Domenica 25 Gennaio

 

Bolzano cannibale: la Coppa Italia è sua
Redazione

 

 

clicca sulla foto per vederla ingrandita

 

 

Al termine di 60' equilibrati ed emozionanti, il Bolzano si aggiudica la Coppa Italia sconfiggendo il Renon per 4 a 2. Gara di rara intensità con l'apice negli ultimi 2 minuti di gioco; dopo un primo periodo ben giocato,il Bolzano si trova  avanti per 2 a 1, grazie alle reti di Borgatello, in powerplay, e Pittis. Il Renon però reagisce prontamente e con Hafner accorcia lo svantaggio.

Nei successivi 2 tempi è la squadra di Ivany a fare gioco, alla ricerca del pareggio ma le assenze di Scandella e Astashenko rendono più arduo il compito; infatti è il Bolzano che si avvicina più volte alla terza marcatura, cogliendo anche un palo con Schaafsma (NELLA FOTO SOTTO)

Al 58' arriva però il gol di Daccordo che sorpende Hakkinen e sembra rimandare tutto ai supplementari. Ma è il Palaonda di fede biancorossa a gioire quando sul cronometro mancano 45": è di capitan Rolly Ramoser il guizzo vincente che spiana alcuni secondi dopo alla rete in empty net di Walcher  e alla conquista della terza Coppa Italia per le Volpi. E' il secondo successo stagionale per il Bolzano, dopo la conquista della Supercoppa: potrebbe essere l'anno giusto per la Tripletta. Il Renon manca ancora una volta l'appuntamento con il primo,storico successo: ai ragazzi di coach Ivany, comunque bravi a mettere in difficoltà gli avversari e a non mollare, non resta che cercare vendetta in Campionato.

 

IN GIORNATA ON LINE LE FOTO DELLA FINALISSIMA

 

LE FOTO DELLE SEMIFINALI

 

RITTEN SPORT RENAULT TRUCKS – HC INTERSPAR BOLZANO FOXES 2-4 (1-2/0-0/1-2)

Marcatori:  08.47 (0-1) Borgatello (Schaafsma/Johansson) in sup.num.; 13.22 (0-2) Pittis (A. Bernard/Johansson); 58.23 (2-2) Daccordo (Demetz/Mather); 59.13 (2-3)  R.Ramoser (Walcher/Zisser); 59.51 (2-4) Walcher a porta vuota

 

Domenica 25 Gennaio

 

Bolzano -Renon la sfida finale della Coppa Italia
Redazione

 

Saranno Bolzano e Renon a contendersi la Coppa Italia. I protagonisti dell'ultima finale scudetto incroceranno le stecche questa sera alle 20.00 per l'ennesimo capitolo di questo derby che da alcuni anni oppone le due formazioni per traguardi di successo. Nel pomeriggio di ieri i ragazzi di Ivany si sono imposti sul Pontebba con più fatica di quanto non dica il risultato: i friulani, detentori del trofeo, sono rimasti in partita fino a 3' dalla sirena, grazie ad un gran terzo periodo che ha costretto gli altoatesini a subire il ritorno di Margoni e soci. Il risultato finale di 6 a 3 premia comunque il Renon, bravo a cambiare marcia dopo un primo tempo di attesa e micidiale nel break del 4-0 che ha poi consentito ai vice Campioni d'Italia di gestire, seppur con qualche patema di troppo, la gara. Nemecek e Corbeil, con 2 reti a testa, sono stati i maggiori fautori della vittoria, con il goalie Cloutier meno decisivo che in altre occasioni. Per il Pontebba una prova d'orgoglio che esalta lo spirito di gruppo ma evidenzia anche la differenza tecnica che quest'anno penalizza le Aquile rispetto alle altre formazioni.

 

SG GENERALI AQUILE FVG PONTEBBA – RITTEN SPORT RENAULT TRUCKS  3-6 (1-0/0-3/2-3)

 

Marcatori: 16.06 (1-0) Bolibruck (Rigoni); 21.24 (1-1) Nemececk (Scelfo/Corbeil) in sup.num.; 30.02 (1-2) Nemececk (Tudin/Corbeil); 39.21 (1-3) Corbeil (Mather); 44.11 (1-4) Corbeil (Tudin/Scelfo); 44.42 (2-4) Margoni (Ciresa); 45.53 (3-4) Sparre (Aquino/Guenette) in sup.num.; 57.01 (3-5) Tudin (Corbeil); 58.25 (3-6) Mifusd (Mather/Smith);

 

 

Gara nervosa e dominata dal Bolzano l'altra, attesissima, semifinale tra i padroni di casa ed il Cortina. Il risultato finale di 4 a 2 non dice quanto le Volpi abbiano stretto gli Scoiattoli nel loro terzo, costringendo Adey, alla 4a rete subita, al cambio di Maund con Alberti. Una dimostrazione di superiorità da parte di una formazione uscita più convita e "cattiva dalle finali di Continental Cup e che continua ad avere in Jardine  il suo finalizzatore principale. Hakkinen ha risposto presente quando gli ospiti hanno provato a rispondere ma è stata la prova corale della squadra ad esaltare il Palaonda. Per il Cortina poche le note liete: gli ampezzani, privi di Souza, non hanno mai dato l'impressione di poter entrate in partita;  Krestanovich ha fallito il rigore che avrebbe riaperto il match (eravamo sul 2 a 0 Bolzano); Maund è stato sostituito e la seconda rete realizzata è arrivata a soli 10" dalla sirena. In sostanza un brutto passo indietro del Cortina, sopratutto nei confronti diretti del Bolzano che, con questa vittoria associata alle ultime uscite, si candida seriamente per la conquista non solo  della Coppa ma anche del Campionato

 

SG CORTINA DE VILMONT CHAMPAGNE – HC INTERSPAR BOLZANO FOXES  2-4  (0-0/0-2/2-2)

Marcatori:  25.12 (0-1) Jardine (Pittis/Egger); 34.25 (0-2) Pittis (Jardine); 44.24 (0-3) Zisser (R.Ramoser); 45.24 (1-3) De Bettin (Kristofferson); 47.18 (1-4) Borgatello; 59.51 (2-4) Wilde,