PLAY-OFF SVIZZERA 2005-2006

Sabato 22 aprile

  FINALE   PLAYOFF SVIZZERA

03/04 06/04 08/04 11/04 13/04 15/04 17/04

  LUGANO - DAVOS (serie4-1)

5-0 3-5 7-3 8-2 3-1 - -

 

  FINALE PROMOZIONE DNA/DNB 06/04 08/04 11/04 13/04 15/04 17/04 20/04
  FRIBORGO - BIENNE (serie 4-2) 6-3 3-2 1-5 7-2 1-3 5-3 -

 

 

Lunedi 17 Aprile

FRIBORGO RESTA IN NLA

(Simone Olivotto)non è bastato un gran pubblico (6041) ed essere in vantaggio per due volte al Bienne per avere la meglio sul Friborgo e mandare il Gotteron a gara7. Partita molto equilibrata con vantaggio dei padroni di casa dopo pochi minuti al 05:55 con Eric Perrin(Marko Tuomainen, Rene Furler) che chiude il periodo centrtale sul 1-0. Nel periodo centrale si registra un solo gol ma questa volta sono gli ospiti a pareggiare con Gil Montandon(Philippe Marquis, Tommi Kovanen) al 23.03, ma è il terzo periodo a regalare emozioni e permanenza in LNA al Friborgo che va sotto ancora al 40:53 con Alexandre Tremblay,poi però i padroni di casa sbandano e subiscono due reti nel giro di un minuto al 45:46 con Benny Plüss e al 46:11 Toni Mäkiaho.Partita finita? tutt'altro! Serge Meyer al 51.02 fa esplodere il palazzetto realizzando l'insperato pareggio ma è ancora Gil Montandon a riportare in vantaggio gli ospiti 2 minuti più tardi.

A sancire la salvezza ci pensa con un empty net gol ancora Toni Mäkiaho al 59.49 per la sua personale doppietta(cosi come Montandon). Friborgo in NLA,Bienne in NLB.

BIENNE ESPUGNA FRIBORGO E ANNULLA IL PRIMO MATCH BALL

(Simone Olivotto)il Bienne va a vincere clamorosamente in casa del Friborgo in rimonta e annulla il primo match ball a suo svantaggio negando la gioia ai tifosi di casa. Oggi gara 6 in casa del Bienne con l'intento da parte dei giallorossi di annullare un'altro match ball e giocarsela tutta il 20 aprile in casa Friborgo la gara 7 decisiva.

Friborgo-Gottéron 1 – 3 Bienne (0-0, 1-1, 0-2)

Reti: 22’ Plüss (Holden, Sprunger/esp. Spolidoro) 1-0. 33’ Tschantré (Meyer, von Gunten/esp. Zenhäusern) 1-1. 49’ Trépanier (Perrin, Tuomainen/esp. Holden, Kovanen) 1-2. 50’ Tremblay (Reber, Tuomainen/esp. Berger, Tschantré)1-3.


Giovedì 13 Aprile

LUGANO CAMPIONE: BATTUTO IL DAVOS 3-1 IN GARA 4

(Simone Olivotto)Lugano vince il suo settimo titolo esattamente vent'anni dopo il primo,e lo vince in salita perchè neanche il più accanito sostenitore bianconero avrebbe scommesso un franco durante la serie con l'Ambri' in gara quattro agli overtime sotto di tre gare a zero. Eppure questo Lugano ha trovato forza da quella gara,ha trovato giovamento dal cambio di allenatore,ha trovato la concentrazione giusta e ha colto il messaggio di Zanatta delle tre C. che lo stesso tecnico svelerà poi a fine gara trattarsi di Cuore,Cervello e Co***ni.Esatto proprio quel termine che immaginate.

Lugano che ha avuto tra le sue fila dei veri campioni,uno su tutti Glen Metropolit autore di una stagione strepitosa fatta di 61 partite,33 gol,33 assist,24 assist2(ovvero il secondo assist) x un totale di 90 punti. Purtroppo per i tifosi del canton ticino difficilmente lo rivedranno giocare alla Resega perchè da voci più o meno ufficiali Glen non rinnoverà il contratto perchè pare che 4-5 squadre della NHL siano interessate alle sue prestazioni per la stagione 2006/07.

Per quanto riguarda la partita di ieri sera c'è da dire che il Davos non ha demeritato,anzi,ha giocato a viso aperto perchè non aveva più nulla da perdere con un ottimo Hiller sugli scudi ed è stato in partita fino al 59,59 quando Ville Peltonen ha realizzato l'empty net gol sulla sirena finale. Grande merito del Lugano è stato di sfruttare alla grande il powerplay,infatti sia l'1-0 sia il 2-1 sono stati realizzati con l'uomo in più.

Lugano - Davos 3-1 (1-0)(1-1)(1-0)

Marcatori: 08:07 Petteri Nummelin (Glen Metropolit,Sandy Jeannin); 21:16 Peter Guggisberg; 24:22 Raffaele Sannitz (Petteri Nummelin); 59:59 Ville Peltonen

 

Martedì 11 Aprile

IL LUGANO VINCE A DAVOS: TITOLO AD UN PASSO

Grande prestazione del Lugano che davanti a oltre 7200 spettatori ha espugnato la pista del Davos imponendosi per 7-2 in un match dominato dai ticinesi che nel primo periodo ha sfruttato due sbandamenti della retroguardia dei padroni di casa per portarsi nel giro di 45" sul 2-0. Nel secondo periodo ha partita si praticamente chiusa grazie alla doppietta di Ville Peltonen. Dopo la rete dell'1-4 del Davos firmata da Burkhalter, è continuata la festa bianconera che tra la fine del secondo periodo e il terzo ha visto ancora quattro marcature prima che Riesen firmasse la rete del definitivo 2-8 con il quale è terminato il match. Vincendo anche giovedì sera alla Resega, il Lugano si laureerà campione svizzero 2005-2006.

Davos - Lugano 2-8 (0-2)(1-3)(1-3)

Marcatori: 06:09 Petteri Nummelin (Ville Peltonen), 06:44 Sandy Jeannin (Jukka Hentunen,Raffaele Sannitz), 23:09 Ville Peltonen (Sandy Jeannin,Petteri Nummelin), 28:47 Ville Peltonen, 29:42 Loïc Burkhalter (Björn Christen,Reto von Arx), 33:35 Jukka Hentunen (Raffaele Sannitz), 50:39 Sandy Jeannin , 53:58 Krister Cantoni (Sebastien Reuille),  55:10 Kevin Romy (Sebastien Reuille,Régis Fuchs), 56:47 Michel Riesen

 

 

Sabato 08 Aprile

BATTUTO ALLA RESEGA IL DAVOS 7-3

 

  

 

Lugano - Davos 7-3 (3:1,1:0,3:2)

Marcatori: 01:21 Sandro Bruderer (Landon Wilson) 0-1; 02:33 Ville Peltonen (Ryan Gardner,Petteri Nummelin) 1-1; 05:03 Ryan Gardner (Sandy Jeannin) 2-1; 08:15 Ryan Gardner (Glen Metropolit) 3-1; 35:41 Glen Metropolit (Ryan Gardner) 4-1; 40:12 Ville Peltonen (Glen Metropolit,Petteri Nummelin) 5-1; 42:31 Raffaele Sannitz (Noël Guyaz) 6-1; 47:24 Andres Ambühl (Peter Guggisberg,Sandro Rizzi) 6-2; 53:55 Julien Vauclair (Jason York,Régis Fuchs) 7-2; 59:06 Landon Wilson (Josef Marha,Brett Hauer) 7-3

 

Ennesima prestazione casalinga pressoché perfetta per il Lugano che davanti a 7800 spettatori fa sua gara 3 battendo il Davos con il rotondo risultato di 7-3. La gara inizia subito a grande ritmo con gli ospiti che trovano in apertura il vantaggio grazie a Bruderer che beffa Ruegger. Il vantaggio dura però pochissimo. Con il Lugano in power-play (Björn Christen in panca puniti) arriva l'immediato pareggio di Ville Peltonen al 2'33". La situazione si ripete poco dopo. Questa volta è Brett Hauer ad essere penalizzato per il Davos con i ticinesi che trovano il vantaggio grazie a Ryan Gardner al 5'03". Passano poco più di tre minuto e sempre il  numero 15 del Lugano trafigge nuovamente Hiller fissando il risultato sul 3-1 con il quale termina il primo periodo. Nei secondi minuti di gioco il Davos ha l'occasione d'oro di rientrare nel match avendo a disposizione una doppia superiorità numerica che però i grigionesi non sfruttano. E' invece ancora una volta il Lugano ad andare a segno con Metropolit al 35'41". La gara è ormai compromessa per i campioni in carica che vengono trafitti nuovamente nel terzo periodo con Peltonen (dopo 12" dall'inizio del periodo), Sannitz e Vauclair. Per il Davos a rendere meno pesante il risultato finale ci pensano Ambuhl e Wilson  che fissano il punteggio finale sul 7-3. Martedì è programma 4.

 

IL FRIBORGO VINCE ANCHE GARA 2

Vittoria del Friborgo sul ghiaccio del Bienne per 3-2 grazie all'ottima reazione al vantaggio dei padroni di casa dopo soli 6'19" di gioco grazie ad una rete di Tuomainen. Dopo il pareggio firmato da Holden nel primo periodo, nei secondi venti minuti di gioco sono arrivate le due marcature  di Lintner e Kamber che hanno portato sul 3-1 il Friborgo. Sospinta da oltre 7000 spettatori la formazione di casa si è buttata alla ricerca dei gol per riaprire il match, trovando solo al 54'47"  il gol del 2-3 con Tuomainen

 

Bienne - Friborgo 2-3

Marcatori: 06:19 Marko Tuomainen (1-0); 12:14 Josh Holden (1-1); 21:43 Richard Lintner (1-2); 36:56 Oliver Kamber (1-3); 54:47 Marko Tuomainen (1-3)

 

 

IL DAVOS PAREGGIA LA SERIE

Sfruttando il fattore ghiaccio e una reazione strepitosa al vantaggio del Lugano nel  terzo periodo, il Davos vince meritatamente per 5-3 gara 2 di finale pareggiando così la serie.

Davanti a oltre sei mila spettatori i padroni di casa sono riusciti a passare in vantaggio dopo 5'56" del primo tempo grazie alla rete di Patrik Juhlin. La reazione dei ticinesi portava vicinissimo al pareggio il Lugano fermato solo da un superlativo Hiller che nulla ha però potuto al 17'38" sulla conclusione di Jukka Hentunen assistito da Sannitz e Nummelin. Il secondo periodo vive con le due formazioni attente a non scoprirsi ma una disattenzione difensiva del Lugano porta al nuovo vantaggio del Davos con  Brett Hauer al 34'44" .

 Ma come già successo in gara 1 un power-play a favore dei ticinesi nel terzo periodo permette a Huntenen di battere nuovamente Hiller riportando in parità il match. Equilibrio che dura però solo tre minuti, tanto basta ai bianconeri per capovolgere interamente il risultato grazie alla rete di Reuille. Per i padroni di casa potrebbe essere una mazzata psicologica non indifferente e invece dopo solo 33 secondi arriva il pareggio di Fabian Sutter che fa esplodere di gioia il pubblico gialloblu. Il 3-3 raggiunto dopo pochi secondi galvanizza i grigionesi che sulle ali dell'entusiasmo si gettano all'attacco alla ricerca della rete del vantaggio. L'azione del Davos viene premiata al 50'33" quando ancora Brett Hauer, il migliore sul ghiaccio, porta in vantaggio i padroni di casa. Lo svantaggio porta il Lugano a scoprirsi e lasciare campo al contropiede del Davos che chiude la pratica siglando al 59'14" la rete del definitivo 5-3 con Loic Burkhalter.

Davos - Lugano 5-3 (1:1,1:0,3:2)

Marcatori: 05:56 Patrik Juhlin (1-0); 17:38 Jukka Hentunen(1-1); 34:44 Brett Hauer(2-1); 44:19 Jukka Hentunen(2-2); 47:19 Sebastien Reuille(2-3); 47:52 Fabian Sutter(3-3); 50:33 Brett Hauer(4-3); 59:14 Loic Burkhalter(5-3)

Penalità: HCD: 5x2    HCL: 2x2

 

AL FRIBORGO GARA 1

 

 

Vittoria del Friborgo per 6-3 in gara 1 contro il Bienne nella sfida che deciderà l'ultima partecipante alla prossima DNA. Nonostante il risultato rotondo, i padroni di casa hanno dovuto sudare le cosidette sette camicie per avere la meglio degli avversari che con un inizio sorprendente si erano portati in vantaggio di due reti dopo 10' di gioco. La reazione del Frigorbo riportava in partita i padroni di casa che solo nel terzo periodo riuscivano a chiudere il match.

 

Friborgo - Bienne 6-3 (1:2,2:0,3:1)

Marcatori: 01:42Steve Thornton (0-1); 10:07 Valeri Chiriaev (0-2); 17:10 Richard Lintner (1-2); 29:24 Philippe Marquis (2-2); 36:03 Richard Lintner (3-2); 45:04 Mathieu Tschantré (3-3); 52:50 Richard Lintner (4-3); 58:51 Julien Sprunger (5-3); 59:33 Thomas Kurka (6-3)

 

 

STASERA GARA 2 DI FINALE PER IL TITOLO

AL VIA ANCHE LA SFIDA TRA FRIBORGO E BIENNE

 

Si disputerà questa sera la seconda gara di finale che vede opposte Lugano e Davos con i bianconeri avanti 1-0 nella serie dopo la brillantissima affermazione di lunedì alla Resega.

Questa volta sarà diverso con i padroni di casa del Davos che cercheranno di imporre il loro gioco fin dalle prime battute, cosa mai riuscita nella prima sfida. Dopo la strigliata di Arno Del Curto, probabile la reazione dei campioni di Svizzera in carica che vorranno fare di tutto per impattare la serie.

 Ancora una volta potrà risultare il power-play che in gara 1 ha regalato ben tre realizzazioni al Lugano mentre i grigionesi nonostante le numerose situazioni di superiorità numerica non sono riusciti a scardinare la porta difesa ottimamente da Ruegger.

A dire il vero una volta il Davos c'era riuscito andando a segno al termine di un'azione confusa con Reto Von Arx ma il capo arbitro Reiber non ha convalidato il gol perchè dalle immagini a sua disposizione non era chiaro se il disco fosse entrato o meno nella porta,  cosa poi emersa dalle immagini trasmesse dalla TV svizzera che sono diverse dal quelle del capo arbitro. La rete del Davos sarebbe stata il gol dell'1-1!!

 

Inizia stasera anche l'attesa sfida tra il Friborgo e il Bienne, dalla quale verrà fuori l'ultima partecipante alla prossima DNA. I favori del pronostico sono per il Friborgo anche se il Bienne potrà contare sull'ottimo momento di forma e il morale alto dei suoi giocatori neo vincitori della DNB di quest'anno.

 

 

Lunedì 03 Aprile

UN SUPER LUGANO ANNIENTA IL DAVOS IN GARA 1

(L.S.)Quella che alla vigilia era vista come una gara molto equilibrata, è stato invece un match dominato dai padroni di casa che si sono imposti alla Resega con un netto 5-0 che non ammette repliche. Gara 1 perfetta quella giocata dai bianconeri che sospinti dal proprio pubblico hanno fornito una prestazione eccellente impreziosita dalle sue stelle Metropolit, Peltonen e Hentunen tutte andate a segno nella cinquina finale.

Ad aprire le marcature è stato proprio Glen Metropolit che al 9'59" del primo periodo ha rotto l'equilibrio sul ghiaccio. Nella seconda frazione di gioco il break decisivo del Lugano che ancora con Metropolit e Hentunen hanno siglato a cavallo del 25' e del 30' altre due marcature. Al 38' è poi arrivata la quarta rete bianconera con il finlandese  Ville Peltonen che hanno reso praticamente impossibile la rimonta del Davos . Negli ultimi venti minuti di gioco infine è stato  Ryan Garden a chiudere definitivamente il match regalando con pieno merito gara 1 ai ticinesi che potranno così andare giovedì sera nella tana del Davos con una buona dose di ottimismo.

Lugano - Davos 5-0 (1-0)(3-0)(1-0)

Marcatori: 09:59 Glen Metropolit (Ryan Gardner, Steve Hirschi); 24:58 Glen Metropolit (Ville Peltonen, Sandy Jeannin); 29:40 Jukka Hentunen (Raffaele Sannitz, Jason York); 38:54 Ville Peltonen; 46:55 Ryan Gardner (Petteri Nummelin, Sandy Jeannin)

Spettatori: 5561