I REMPARTS DI QUEBEC 
a cura di Paolo Callegari
foto: Steve Deschenes

I Remparts lottano per i primi posti

Ci eravamo lasciati con l'eliminazione dei Diavoli Rossi ai quarti di finale contro Halifax, serie combattuttisima e persa alla settima gara ai tiri di rigore, nel proseguo il campionato fu vinto da Saint John...

Chiuso con molto rammarico il torneo, Quebec ha sognato per un'intera estate, il rientro nel grande giro NHL, giusto palcoscenico per una delle squadre storiche del Nord America, possibilità probabilmente sfumata, visto l'entrata in "circolazione" di un grande petroliere del Texax, che ha promesso di ripianare i debiti di Phoenix (giunti a cifre colossali, si parla di centinaia di milioni di dollari) e costruire uno stadio nuovo, quindi il tutto è rimandato al prossimo anno, vista pure la situazione di stallo, per non dire scandalosa del lock out in corso. Ma ora ritorniamo al presente, che ha visto alcuni cambiamenti in Quebec Major League: in questa stagione le 18 formazioni sono divise in tre gironi: la division TELUS Ovest, la division TELUS Est e la division Maritimes, torneo che ha visto la perdita di Lewinston e di Montreal, che ha rinunciato al torneo, diritti che sono stati presi dal team di Phoenix, gli Sherbrooke. Da rilevare lo spostamento di Shawinigam nel girone Ovest, dovuto principalmente a problemi logistici.

TELUS Ovest TELUS Est Maritimes
Drummondville Baie Comeau Acadie Barthust Gatineau Chicoutimi Cap Breton Montréal Lewinston Halifax Rouyn Noranda Quebec Moncton Shawinigan Rimouski P.E.I. Val D’Or Victoriaville Saint John

Dopo vari camp di selezione, il mai dimenticato Patrick Roy, con l'aiuto del coch aggiunto Jean Gagnon, sceglieva i 24 giocatori per il torneo, come sempre squadra ribaltata su tutti i fronti, che vedeva per la prima volta l'innesto di un giocatore francese ed uno danese. Due americani e il fortissimo russo Grigorenko assieme a 19 canadesi del luogo, chiudevano il roster che partiva con le solite giuste ambizioni. Portieri: François Brassard, Zachary Fortin.

Difensori: Ryan Culkin, Stephen Midensky, Duncan MacIntyre, Jean-Philippe Lebrasseur, Martin Lefebvre, Maxime Fortier, Anthony Gingras, David Hunter, Marc-Antoine Carrier. Ali Sinistre: Patrick Walsh- Anthony Duclair, Frédéric Bergeron, Samuel Gauthier, Jason Houde. Ali Destre: Logan Shaw, Adam Erne, Axe Rioux, Nick Sorensen. Centri: Kurt Etchegary, Mikhail Grigorenko, Pierre-Maxime Poudrier, Hubert Lamarre.

Dopo un inizio difficoltoso, dovuto principalmente a problemi di linee e di schemi, il coach Roy riusciva a trovare la soluzione ideale per gli attaccanti, forse poco propensi a rientrare, è scaturita la classica miscela esplosiva che ha portato i diavoli rossi in testa al proprio girone, grazie alle parate del portierino di Gatineau, Francois Brassard, al duo difensivo Ryan-Levebvre, grandiosi in marcatura ma ancor di più nell'elargire assist a volontà ( 36 dico 36 in due!), senza dimenticare la roccia Carrier e il funambolico MacIntyre. Chiaramente tutto ciò non basterebbe se non ci fosse stata la grande prestazione delle linee d'attacco: su tutti la prima linea Shaw-Grigorenko-Erne, 53 reti in tre, con il russo superstars, Mikhail ha offerto grandi prestazioni per la gioia anche dei Canadiens, padroni del cartellino.

Dopo i tre "mostri", pure la seconda linea ha offetto ottime prestazioni, contribuendo con le loro reti ad alcune vittorie, Walsh (16 reti e 21 ssist), Poudrier e il danese Sorensen, vera rivelazione con 9 reti e 16 assist. "Rimandendo" in Europa, ha destato una discreta impressione il francesino Rioux, ala destra molto tecnica, a cui difetta ancora il fisico per imporsi a questi livelli. Anche in questa stagione, i fans quebecois hanno riempito il Coliseè, con un media di 11.000 spettatori partita, con il top dei 13.560 nella gara con Gatineau, che dire? Fantastici come sempre, eh cavolo altro che Phoenix, (media dell'anno scorso 7.000 spetttori...), a loro lasciamogli il baseball o il football, il ghiaccio è sprecato...Pubblico che per assurdo, certe volte è stato l'involontario protagonista di alcune sconfitte casalinghe, il troppo amore ed un tifo scatenato, hanno costretto i giocatori a sbilanciarsi inopinatamente, subendo alcuni contropiedi letali. Comunque nulla di grave, la squadra stà dimostrando il proprio valore, la piazza è come sempre calda, e a parte PEI, per ora di un altro pianeta, sinora non ho visto team più forti dei Diavoli, poi come si sà i playoff saranno tutt'altra storia, ma questa lotteria l'affronteremo molto ma molto più avanti!!!

Québec-Chicoutimi 9-4 Québec-Baie-Comeau 5-0 Sherbrooke-Québec 0-5 Québec-Val-d'Or 4-2

Chicoutimi-Québec 1-2 Victoriaville-Québec 3-4 Québec-Rimouski 7-2 Blainville-Boisbriand-Québec 4-2

Gatineau-Québec 1-4 Québec -Saint John 5-2 Victoriaville-Québec 6-3 Drummondville-Québec 2-3

Québec-Baie-Comeau 2-8 Québec-Shawinigan 7-0 Gatineau -Québec 1-2 Acadie Barthust-Quebec 3-8

Rimouski-Québec 4-1 Québec-PEI 5-2 Québec-Cape Breton 5-4 Rimouski -Québec 5-4

Shawinigan-Québec 2-3 Québec-Victoriaville 3-2 Québec-Acadie-Bathurst 9-3 Québec-Sherbrooke 6-0-6

Chicoutimi -Québec 2-1 Québec-PEI 3-5-3 Québec-Rouyn-Noranda 4-1 Baie-Comeau-Québec 1-3

PEI -Québec 4-2 Acadie-Bathurst -Québec 1-4 Saint John-Québec 2-4

Classifiche al 10 dicembre:

Division TELUS Maritimes

  Halifax, Mooseheads : 50,   Moncton, Wildcats : 40,  P.E.I., Rocket : 36, Saint John, Sea Dogs : 29,  Acadie-Bathurst, Titan : 28,  Cape Breton : 20

Division TELUS Est

Québec, Remparts : 45  (31gare-22 vinte-8 perse-1 rigori),  Baie-Comeau, Drakkar : 41,  Rimouski, Océanic : 40,  Chicoutimi, Saguenéens : 33,  Victoriaville, Tigres : 31,  Shawinigan, Cataractes: 15

Division TELUS Ouest

Blainville-Boisbriand, Armada: 46,  Rouyn-Noranda, Huskies : 39,  Drummondville, Voltigeurs: 35,  Val-d'Or, Foreurs : 32 ,  Gatineau, Olympiques : 25,  Sherbrooke, Phoenix: 18

Il Canada si prepara in vista dei Mondiali Under 20

La federazione canadese, ha diramato la lista dei 37 giocatori, convocati per il camp di preparazione ai Mondiali under 20, che si svolgeranno dal 26 dicembre al 6 gennaio, tra questi giocatori spiccano due fattori: il ritorno di sei giocatori reduci dalla medaglia di bronzo conquistata l'anno scorso in Alberta ( Dougie Hamilton-Scott Harrington-Jonathan Huberdeau-Boone Jenner-Mark Scheifele eRyan Strome), e cari fans dell'hockey, attenzione a questo nome: Jonathan Drouin, proveniente da Halifax, attaccante dotato di gran classe, nonostante un fisico possente, è molto scaltro e reattivo sotto porta, il classico killer d'area che non disdegna di giocare per i compagni, prova ne sia le sue 18 reti e 29 assist in sole 23 gare disputate, performance che lo hanno portato agli onori della cronaca dei critici-giornalisti canadesi, oltre a lui altri 6 giocatori di Quebec hanno auto l'onore della convocazione, a dimostrazione della competitività della lega Quebecois.

Lista giocatori:

Portieri: Jordan Binnington (Owen Sound Attack) - Laurent Brossoit (Edmonton Kings) - Jake Paterson (Saginaw Spirit) - Malcolm Subban (Belleville Bulls)

Difensori: Frank Corrado (Sudbury Wolves) - Mathew Dumba (Red Deer Rebels - Dougie Hamilton (Niagara IceDogs) - Scott Harrington (London Knights) - Ryan Murphy (Kitchener Rangers) - Xavier Ouellet (Blainville-Boisbriand ) - Adam Pelech (Erie Otters) - Derrick Pouliot (Portland Winterhawks) - Griffin Reinhart (Edmonton Oil Kings) - Morgan Rielly (Moose Jaw Warriors) - Ryan Sproul (Sault Ste. Marie Greyhounds) - Tyler Wotherspoon (Portland)

Attaccanti: Francis Beauvillier (Rimouski Oceanic) - Anthony Camara (Barrie Colts) - Daniel Catenacci (Owen Sound Attack) - Phillip Danault (Victoriaville Tigres) - Jonathan Drouin (Halifax Mooseheads) - Tyler Graovac (Ottawa 67’s) - Jonathan Huberdeau (Saint John Sea Dogs) - Charles Hudon (Chicoutimi) - Boone Jenner (Oshawa Generals) - JC Lipon (Kamloops Blazers) - Nathan MacKinnon (Halifax Mooseheads) - Mark McNeill (Prince Albert) - Sean Monahan (Ottawa 67’s) - Ryan Nugent-Hopkins (Oklahoma City) - Ty Rattie (Portland Winterhawks) - Brett Ritchie (Niagara IceDogs) - Mark Scheifele (Barrie Colts) - Hunter Shinkaruk (Medicine Hat Tigers) - Colton Sissons (Kelowna Rockets) - Ryan Strome (Niagara IceDogs)

Al termine del camp che durerà una settimana, il coach Salmond sceglierà 31 giocatori che dovranno affrontare un'altra settimana di intenso lavoro, al termine della quale usciranno i 22 eletti pronti per le sfide mondiali. Torneo che si svolgerà a Ufa in Russia, dal 26 dicembre (gara iniziale Canada-Finlandia), per concludersi il 6 gennaio. Canada che vorrà rifarsi dopo le recenti beffe, dopo 5 medaglie d'oro consecutive (dal 2005 al 2009), la Russia nelle ultime edizioni è sempre stata la loro bestia nera, sottraendogli due volte l'oro nella finalssima e nella semifinale dell'ultimo Mondiale, torneo che vide le foglie d'acero solo medaglia di bronzo. 

Il canada giocherà la prima gara il 26-12 con la germania

GIRONE A : Repubblica Ceca, Lettonia, Svizzera, Finlandia, Svezia

GIRONE B : Canada, Russia, USA, Germania, Slovacchia

Ecco gli Eletti...e ora il via alle danze!!!

Il tre settembre ha visto i diavoli rossi, disputare l'ultima amichevole con Lewinston (vinta 4 a 3), per l'occasione il numeroso pubblico presente al Coliseè, ha potuto vedere e conoscere i nuovi giocatori che indosseranno la gloriosa maglia Remparts nella prossima stagione: tra i 22 del roster piena conferma per il goalie Domingue con il giovane Appleby riserva; in difesa conferma della prima linea Tam-Wall, linea rocciosa ed in grado di decidere numerose gare con i loro tiri dalla blu, in seconda linea probabilmente giostrerà Rousseau vecchia conoscenza assieme alla rivelazione Bernard, mentre si aspettano grandi cose dal più giovane del roster: Axel Rioux, fisico ancora gracile ma tecnica eccelsa per un terzino sinistro che irrobustendosi potrà dare grandi soddisfazioni; per finire l'attacco: partito Vallerand per la nuova avventura ad Hamilton in AHL, girato Tessier a Washington ( per ora nel far team), lasciato partire di sua volontà Maxime Gravel per nuovi lidi, la prima linea d'attacco rivedrà sul ghiaccio Marchessault-Champagne-Bourque, tra i nuovi arrivi incuriosisce il ceco d'origini italiane Tomas Filippi, mentre c'è un'enorme attesa per il tedeschino Mirko Hoefflin, sicuramente il migliore in assoluto di queste 5 amichevoli, nessun problema d'ambientamento, impatto felice con il pubblico e i suoi nuovi compagni, ma in particolar modo velocità-rapidità d'esecuzione-ottima tecnica e grandiosi assist per un teorico prospetto NHL tra due anni, speriamo bene...!!

ROSTER 2010-2011 Portieri: Louis Domingue- Jimmy Appleby Difensori: Vincent Bernard-Guillame Rousseau-Mikael Tam -Alex Wall-Martin Lefebre-Brendan Duke-Ryan Culkin-Patrick Dorè Ali Sinistre: Olivier Hinse-Axel Rioux-Ryan Bourque-Frèdèrick Roy Ali Destre: Tomas Filippi (rep.Ceca)- Mathieu Lavallèe-Vincent Montreuil- Kyle Campbell Centri: x Matthew Brown - Joel Champagne-Audy Marchessault - Mirko Hoefflin (ddr)

Il giorno dopo il commissario della Lega Junior di Quebec, Gilles Courteau, annunciava al Coliseè di Montreal, l'apertura della 42esima stagione della Quebec league, che si aprirà con il debutto dei Wildcats di Moncton, campioni in carica, opposti ai Titan di Acadie Barthust. Monsieur Gilles attorniato dai giornalisti quebecois dichiarava:" La lega è fiera di aprire la sua 42esima stagione d'eccellenza, in questi anni la lega ha avuto un evoluzione rimarcabile, lanciando numerosi giocatori nell'orbita professionistica, oltre a questo possiamo vantare che, ai nostri giocatori, diamo la possibilità d'eccellere anche negli studi, dato che hanno la possibilità di frequentare la nostra rinomata università, ateneo che quest'anno darà 100 borse di studio ai migliori studenti-giocatori, l'anno scorso abbiamo distribuito 400.000 dollari a ben 112 giocatori, tra cui Frédéric St-Denis, Félix Petit, Alexandre Demers, Matt Eagles e Wes Welcher tanto per fare qualche nome importante. In questa stagione verrà potenziata la collaborazione con Telus TV, importante sponsor che garantirà la diretta dei 612 match della Lega, oltre a versare ben 11 milioni di dollari, che verranno reinvestiti in scuole per giovanissimi; ma non meno importante è la determinazione di questa società che da anni combatte contro il cancro, anche quest'anno garantirà un notevole apporto economico al Centro Ospedaliero Universitario di Quebec e all'ospedale Generale con un lascito di 25 milioni di dollari per nuove attrezzature e ulteriori ricerche per combattere questa tremenda malattia". Che dire gentile Courteau, hai e stai facendo il possibile per innalzare il livello di questo torneo, che nei vari anni ha visto crescere futuri fenomeni dell'hockey professionista, ora tocca a voi ragazzi dimostrare di meritarvi questa chanche, garantendo spettacolo puro!!

Torneo che si apriva giovedi 9 ottobre, con il debutto dei campioni in carica di Moncton, che ospitavano i sempre ostici Titan Acadie.... profezia che si rivelava fatale ai campioni in carica che dopo una gara tiratissima, perdevano ai tiri di rigore. Il giorno c'era l'atteso debutto dei Diavoli che iniziavano il campionato con due trasferte consecutive, prima a Noranda per chiudere sabato con il derby a Val D'Or. Prima gara che ha visto i Diavoli partire con Appleby in porta, mentre in attacco mancava il tedeschino Hoefflin, che nel riscaldamento subiva una leggera distorsione alla caviglia; la gara ha visto la difesa Remparts reggere bene al ritmo indiavolato di Noranda, alcuni salvataggi provvidenziali di Wall e Tam, uniti alle parate di Jimmy permettevano di chiudere la prima frazione sullo zero a zero. la svolta arrivava nel secondo periodo quando in due minuti prima Filippi poi una grande azione di Rioux (portato in prima linea con Marchessault e Champagne) ammutolivano i 2.000 fans presenti nel piccolo stadio di Rouyn. Il colpo del ko finale arrivava a 10 minuti dal termine, quando Champagne chiudeva in rete una grande azione iniziata dal migliore sul ghiaccio: Alex Wall. Nemmeno il tempo di gioire che il giorno dopo erano attesi a Crebec, sul difficile campo di Val D'Or, team storicamente ostico per i Diavoli considerando anche la notevole rivalità esistente tra i due club. Stessa formazione della sera prima e gara accesissima, sin dai primi minuti si sono visti molti scambi non propri cordiali tra i vari giocatori, tra una rissa e l'altra ci scappava la rete di Leblanc per i padroni di casa, la reazione Remparts portava al pareggio dell'instancabile Wall bravo ad ingannare l'ottimo Tremblay, nemmeno il nuovo vantaggio dei biancoblu scoraggiava i nostri prodi che nel finale impattavano meritatamente con Champagne, sempre più a suo agio sull'ala. Il due a due si protraeva sino al termine, tra occasioni da ambo le parti, ai tiri di rigore i diavoli si dovevano inchinare alla maggior precisione degli avversari. Comunque sono arrivati tre punti in due trasferte, considerando che sono ancora imballati dalla faticosa preparazione possiamo proprio dire che l'inizio è incoraggiante

 

 

I Diavoli Rossi iniziano la stagione....ecco il Camp e le prime amichevoli !

Il direttore generale Patrick Roy, due settimane fa annunciava l'inizio del camp di reclutamento dei futuri diavoli rossi,   che vedeva scendere sul ghiaccio 48 giocatori, alcuni già presenti nel roster della passata stagione e molti visi nuovi che, affronteranno speranzosi le forche caudine di 20 giorni terribili, dove conosceranno il loro futuro, al termine di questo tour de force solo un risultato: bocciati o futura gloria? Divisi in due gruppi, i giocatori disputeranno 5 gare, le prime quattro allo stadio di Val Belair (località vicina a Quebec) dove affronteranno nell'ordine Chicoutimi ( 2 volte), Victoriaville e Rouyn Noranda, mentre il 3 settembre ci sarà l'ultima amichevole che si disputerà al Coliseèè Pepsi di Quebec, nella gara contro Victoriaville avverrà la presentazione ufficiale dei giocatori scelti. Scorrendo l'elenco dei giocatori balzano all'occhio tre giocatori: l'ala sinistra Rochette che la scorsa stagione al college di St Laurence ha realizzato 44 reti, il centro tedesco Hoefflin che nei Mannheim Juonior in 32 gare ha ottenuto 67 punti con 35 reti e il difensore Murray, che la scorsa stagione a Moncton ha realizzato 13 reti e 23 assist, se son rose fioriranno.....

Roster Camp:
x = la scorsa stagione ai Remparts
Portieri: Jimmy Appleby-Thomas Bolland-Derek Clavet-Jeremy Robitaille x Eric Bourdon - x Louis Domingue
Difensori: Philippe Archambault-Vincent Barnard-Marc Bonneville-Ryan Culkin-Brendan Duke-Patrick Donè-Ugo Lefebre-Danick Malouin-Jordan Murray-Andrew O'Brien-Ken Saravia-Alex Wall x Alexandre Bolduc - x Martin Lefebre - x Guillame Rousseau - x Mikael Tam
Ali Sinistre: Dominic Beauchemi-William Breton-Alexandre Labbè-Charles Power-Axel Rioux-Simon Rochette-Patrick Walsh- x Ryan Bourque- x Olivier Hinse - x Frèdèrick Roy -
Ali Destre: Kyle Campbell-Tomas Filippi (rep.Ceca)-Vincent Montreuil- Mathieu Lavallèe x Martin Benjamin - x Jason Rajotte
Centri: Emilio Audi-Alexis Dufour-Mirko Hoefflin(ddr)-Mitchell Jones-Nichlas Samoluk- x Audy Marchessault - x Matthew Brown - x Maxime Fravel - x Jeremy BelangeR

Dopo le prime due amichevoli vinte a Chicoutimi, (4 a 1 e 3 a 2) a proposito piena conferma di Gravel, Bourque e Marchessault in attacco, i Remparts per bocca del Grande Patrick Roy, annunciavano le prime esclusioni: i portieri Éric Bourdon e Jérémy Robitaille(sinceramente mediocri...), i difensori Marc-Antoine Bonneville, Ugo Fontaine-Lefebvre-Ken Saravia, e per finire l'attaccante Alexandre Labbé.
Chiusa la terza amichevole con la larga vittoria per 8 a 1 a Lewinston, la dirigenza sfoltiva ancora il roster, ora giunto a 37 giocatori; questa volta i partenti erano l'ala destra Benjamin Martin, i due centri Emilio Audi e Nicholas Samoluk, l'ala sinistra Simon Rochette. Dopo tre giorni di duri allenamenti, i diavoli rossi erano attesi nuovamente a Lewinston, la gara contro i Maineiacs era equilibrata, la differenza finale veniva fatta dalle parate di Domingue, dalla conferma del difensore Wall e in particolar modo dalla velocità del furetto tedesco Hoefflin, vera rivelazione di queste prime amichevoli, il giorno dopo la stampa attendeva il nome dei "bocciati" al sogno, e il grande Patrick ne annunciava ben sette: il portiere Tomas Bolland, il difensore Philippe Archambault e gli attaccanti Jason Rajotte, Jérémy Vigneault-Bélanger, Dominic Beauchemin, Charles Power e Alexis Dufour. Ora i diavoli hanno avranno alcuni giorni per allenarsi, in attesa dell'ultima amichevole al Coliseè, solo al termine dell'ultima amichevole si conosceranno i nomi degli Eletti....Auguri a tutto ma soprattutto al tedeschino Hoefflin, spero nella sua riconferma, non diventerà mai Sakic ma sinceramente mi ha impressionato!!!

QUARTI DI FINALE PECCATO DIAVOLI, IL SOGNO E' FINITO !!!

Nei quarti di finale i diavoli incontravano Victoriaville, team ostico che durante la stagione regolare aveva vinto 4 volte su 6 contro Quebec. Chiusa la stagione avanti di una posizione gli avversari avevano a disposizione l'eventuale ultima gara in casa, purtroppo tutto ciò non è avvenuto!!! Per la prima gara al Coliseè il coach Roy schierava tutti gli effettivi, partendo con Domingue in porta, difesa con Tam-Bolduc, Levebvre-Rosseau e Cusack-Cotè, attacco composto dalla prima linea Vallerand-Stefanovich-Marchessault, seconda con Bourque-Paquette e il piccolo fenomeno russo Kugryshev per finire con Gilbert-Gravel-Savoie. Davanti a 12.000 spettatori i diavoli subivano la maggiore fisicità avversaria, chiuso il primo sull'uno a uno (rete di Vallerand), nella frazione subivano il colpo del ko in due minuti...tre reti letali che tramortivano le speranze Remparts.

 

 Due giorni dopo il Coliseè assisteva alla strana debacle Remparts, team fantasma sul ghiaccio, difesa pasticciona-attacco confusionario, questi elementi portavano gli ospiti sul tre a uno, a nulla serviva la grandiosa ma tardiva reazione nel periodo finale. La rete del grande Olivier illudeva i fans remparts, finale appassionante che vedeva i diavoli assediare la difesa ospite, purtroppo un palo e le grandi parate del goalie Poulin non permettevano il meritato pareggio; ad un minuto dalla fine il coach Roy tentava la carta della disperazione: fuori Dominque per avere un uomo in più sul ghiaccio, passavano soli dieci secondi che lo scaltro Champagne (si chiama proprio cosi ed è veramente un ala con le bollicine...) ammutoliva i fans quebecois. Brutta sconfitta considerando che ora i diavoli erano attesi da due trasferte nell'infuocato stadio di Victoriaville, gare che vedevano i diavoli assurdamente molli e incapaci di reagire, le folate avversarie erano travolgenti e nonostante l'opposizione di un grande Domingue il risultato si rivelava impietoso..sei a uno netto e ultimo appello due giorni dopo.

Appello che vedeva i diavoli sostenuti da un migliaio di tifosi, partire alla grande: la rete di Hinse dopo tre minuti era il giusto premio al piccolo dominio Remparts, purtroppo la migliore condizione fisica degli avversari usciva alla distanza, prima il pareggio poi la doppietta dello scatenato Chouinard (grande centro, attenzione se non si gasa troppo l'ottimo Joel lo vedremo tra due anni a grandi livelli in Nhl), tre a uno forse ingiusto per quanto visto sul ghiaccio. Nel periodo finale i diavoli con la forza della disperazione accorciavano il punteggio con l'ottimo tiro dalla blu di Savoie, da questo momento si assisteva al classico tiro al bersaglio verso il portiere avversario, ma un palo, due salvataggi sulla linea ed errori clamorosi negavano il meritato tre a tre, quando a venti secondi dalla chiusura i padroni di casa siglavano in empty gol la rete della vittoria molte lacrime scendevano sul volto dei numerosi fans presenti allo stadio...sconfitta forse prevista ma ugualmente applaudita dai fans presenti a Drummondville. Al termine della gara, il presidente-coach Roy attorniato dai giornalisti dichiarava:" Sinceramente mi aspettavo molto di più dai miei ragazzi, capisco che in questi mesi hanno fatto molti sacrifici però i veri giocatori si vedono nei momenti decisivi...fattore che non è capitato, la serie era tranquillamente alla nostra portata ma molti rgazzi hanno sofferto troppo l'emozione di questa serie dove partivamo leggermente avvantaggiati nel pronostico, purtroppo tutto è andato nel verso sbagliato, mi dispiace per i molti fans presenti questa sera, ho visto gente piangere al termine della partita e questo mi addolora. Comunque rimane il ricordo di una buona stagione che servirà da trampolino per la prossima, abbiamo valorizzato alcuni giocatori che la prossima estate saranno futuri prospetti Nhl ( Stefanovich convocato ai Mondiali in Germania-Bourque-Vallerand orbita Canadiens e Marchessault), inoltre ad agosto avremo la possibilità di ottenere due giocatori scandinavi, prime scelte svedesi, tutto questo unito al nuovo record d'affluenza stagionale del Coliseè ( media partita di 12.500 spettatori) mi porta ad essere ottimista sul futuro Remparts".

Parte A Saint John-Gatineau 4-0 Drummondville-Rimouski 4-1
Parte B Quebec- Victoriaville 0-4 (1-4 2-4 1-6 2-4) Rouyn Noranda- Moncton 0-4

Chiusa la stagione Remparts, le attenzioni dei media quebecois erano rivolte alle semifinali, ma se Saint John confermava l'ottima annata battendo più facilmente di quello che dice il punteggio gli stessi Victoriaville, la sorpresa arrivava dalla seconda semifinale, dove Drummondville che durante la stagione aveva lottato punto su punto con Saint John perdeva clamorosamente con Moncton, team arrivato in piena forma nel momento cruciale.

SEMIFINALE: Saint John-Victoriaville 4-2 (5-1 4-2 3-6 6-1 2-4 7-1) Drummondville-Moncton 2-4 (3-2 3-5 2-5 2-1 0-4 2-4)

Finale della coppa del Presidente tra i primi classificati, Saint John e la sorpresa Moncton, gara sulla carta equilibrata, prova ne sia le 4 vittorie per parte durante la stagione regolare; ma ora analizziamo le due formazioni, parlando dei vari pregi e se ne hanno dei difetti..... Moncton: team ostico e cinico sotto porta, i risultati parlano chiaro in questo senso, miglior penalty killing e miglior power play a dimostrazione di una compattezza paurosa, squadra ricca di veterani, ad iniziare dall'indimenticato Kelsey Tessier, lasciato andare dai diavoli, Kelsey che in questi playoff ha dimostrato tutta la sua classe ottenendo 21 punti, compagni di linea Gabriel Bourque e Randy Cameron che hanno raccolto undici e nove reti, ma oltre al trio super c'è una seconda linea compatta che ha in Deschamps il piccolo gioiello, la scattante e piccolina ala ha raccolto 14 punti oltre a diventare il beniamino del pubblico per le sue accelerazioni. Ma la loro forza non si limita solo all'attacco, perchè hanno la migliore difesa del campionato, giocatori che non si limitano al classico compitino anzi...la prima linea di Mark Barberio (15 punti) e Brandon Gormley (14 punti) non si limita solo a difendere anzi..., inoltre in seconda è apparsa la stella di David Savard, difensore che oltre a raccogliere 8 reti e 8 asssit in questi playoff, è stato eletto miglior difensore dell'anno della Lega, gioiellino come piace al sottoscritto...grande tecnica, pochi errori e quando serve sgroppate in avanti per dan man forte all'attacco. Su David sinceramente scommetterei qualche euro circa un futuro roseo in Nhl. Ma la forza Moncton non finisce qui, perchè hanno trovato il classico baluardo nel goalie Riopel, altalenante durante la stagione regolare ma fenomenale in questi playoff, tutti questi motivi mi spingono nel vedere gli Wildcats favoriti per la vittoria finale.
Saint John: team che sta risentendo fisicamente della lunga cavalcata solitaria in stagione regolare, chiusa meritatamente in prima posizione; durante i playoff i primi scricchiolii si avvertivano in seno ai Sea Dogs, alcuni giocatori decisivi risentivano la stanchezza accumulata durante i sei mesi infuocati, nonostante tutto riuscivano con qualche piccolo patema a pervenire alla meritata finale. Team che ha la migliore prima linea offensiva del torneo: Michael Kirkpatrick (24 punti), Nicolas Petersen (23 punti) e Mike Hoffman (19 punti) hanno meravigliato gli stadi della regione, purtroppo...questa è stata-è la forza e il limite di Saint John, perchè dopo loro praticamente poco o nulla !!! Chiaramente stiamo parlando della prima classificata, ma vedendo alcune gare dei Sea Dogs ho avuto nettamente l'impressione di un team a metà...fortissimo nella prima linea in generale e mediocre nelle altre, finchè i baldi giovani hanno avuto fiato niente da dire, grandissimi, ora stanno faticando e questo preoccupa non poco la dirigenza Sea. La difesa difetta forse in velocità ma è grandiosa e spettacolare nel fattore tecnico, le uscite dal proprio terzo difensivo di Despres e Beaulieu hanno raccolto applausi a scena aperta anche nel tempio storico del Coliseè, unica pecca le poche reti fatte da questi due grandi difensori. Prima di chiudere un accenno al portiere, Marco Cousineau, goalie d'esperienza alla sua terza stagione nella lega, vincitore della coppa l'anno scorso con i Voltiguers, goalie non spettacolare ma sempre costante nel rendimento, le sue prestazioni (26 vittorie nei playoff) l'hanno issato al sesto posto nella storia della Quebec Major League assieme a Cédrick Desjardins et David Tremblay, se arriverà la prossima vittoria raggiungerà Cloutier al terzo posto, la prima posizione spetta ad un mostro sacro della Nhl, chiamato Robert Luongo con 38 vittorie. E come previsto...(ogni tanto ne azzecco una..) gli Wild cats forti di una difesa compatta e confortati dalle prestazioni magistrali di Tessier e Savard riuscivano a conquistare la coppa del presidente. Vinte le prime due gare casalinghe abbastanza nettamente, nel terzo e quarto incontro subivano la maggiore prestanza fisica di Saint John che impattava la serie, ma nella quinta gara regalavano spettacolo puro annichilendo gli avversari con un perentorio 5 a 1. Il primo match point a disposizione veniva sfruttato nella gara successiva dove la termine di una gara dalle mille emozioni riuscivano a sconfiggere i più quotati avversari per 7 a 4. Vittoria meritata per quanto fatto nei playoff, ora gli Wildcats partiranno sabato per Brandon (Manitoba) per rappresentare la Quebec League nella coppa Memorial Master, trofeo che viene disputato tra le 4 vincitrici dei tornei maggiori canadesi-americani.

FINALE Moncton Campione della Quebec league Saint John-Moncton 2-4 (1-5 3-9 6-4 3-2 1-5 4-7)

 

Quebec, superato lo scoglio degli ottavi vola ai quarti!!

Ci eravamo lasciati al Pee Wee, in un diciamo lontano giorno di metà febbraio, allora i diavoli rossi si trovavano in quarta posizione, purtroppo vari infortuni e alcune incidenti di percorso (vedi gare perse per banalità o errori difensivi) relegavano alla fine della stagione regolare i diavoli in sesta posizione, classifica forse avara per i Remparts, ottimi sino a tre quarti di stagione ma che sul più bello perdevano alcune gare in modo clamoroso, perdendo punti preziosi sulle dirette rivali. Lega che ha visto il trionfo di Saint John, team completo in tutti i reparti con alcuni giocatori che il prossimo anno partiranno per la NHL (Hofmann e KirkPatrick), seconda posizione per Drummondville, probabilmente la squadra più tecnica e spettacolare del torneo (grandiosa la linea Couturier top scorer del torneo con 47 reti e 62 assist-Vachon e Quesnel) terzo Moncton tra la sorpresa generale, team partito con poche ambizioni, nessuna stella ma grande affiatamento tra tutti i reparti, prova ne sia le poche reti segnate ma la migliore difesa; a seguire Victoriaville, Noranda, Quebec e Cape Breton tutte a breve distanza, ottimi team ma tutti con piccole lacune che si sono rivelate decisive ai fini della classifica finale. A tal proposito elenco la classifica finale della stagione regolare:

Classifica Finale: 1 Saint John: 109    2 Drummondville: 104 3 Moncton: 102 4 Victoriaville: 95 5 Rouyn-Noranda: 88 6 Quebec: 89 7 Cape Breton: 87 8 P.E.I : 78 9 Rimouski: 75 10 Shawinigan: 70 11 Montreal: 69 12 Chicoutimi: 61 13 Gatineau: 65 14 Val-d'Or: 52 15 Acadie-Bathurst: 56 16 Baie-Comeau-Lewiston: 49 18 Halifax: 33

Mese di marzo che come tradizione della Quebec Major League ha visto molti cambiamenti in seno ai vari roster, non ha fatto eccezione nemmeno Quebec che nell'ultimo mese ha modificato il proprio roster; tra i portieri spicca la mancanza di Delmas, ma beato lui è stato lasciato andare a Hamilton per provare il grande salto in Ahl, teorico trampolino di lancio per il sogno Nhl (Peter inoltre è stato acquistato dai canadiens, quindi forza ragazzo che magari avrai l'onore e la fortuna di giocare al Centre Bell), il posto scomodo di primo portiere veniva preso da Tardiff, goalie diciasettenne che sinora si è distinto alla grande; in difesa grandi cambiamenti: ad eccezione di Levebvre e Cusack, a febbraio il big Groulx partiva per i lidi Lakers dove riusciva a giocare due gare con ottimi risultati, il posto di questi grandi difensori veniva preso Neron e Cotè che arruolati in seconda linea offrivano un importante contributo di assist e reti per i diavoli; se nei due reparti difensivi i cambiamenti erano stati massicci, in attacco il coach-big Roy apportava solo una modifica al reparto offensivo, via il centro Vigneault in cambio di Corriveau. Stagione che ha visto la conferma del trio Kugryshev-Vallerand-Marchessault, e l'ottimo duo difensivo Levevbre-Cusack, team che a differenza delle altre big non ha il classico top difensivo-offensivo, ma ha una squadra compatta che se la forma fisica terrà e non avranno infortuni potranno arrivare sino in fondo. Prima di arrivare agli ottavi un dato statistico: in questa stagione i diavoli hanno battuto ogni record d'affluenza per la Quebec League, stagione regolare chiusa con 410.981 spettatori presenti con l'eccezionale media di 12.067 spettatori a partita, che dire..siamo sempre i migliori!!!

 Ma ora arriviamo alla fase che conta: chiusa la stagione regolare in sesta posizione, i diavoli negli ottavi di finale attendevano Acadie Barthust, team molto ostico difensivamente, che ha chiuso la stagione regolare in 15a posizione, gara sulla carta semplice ma nei playoff come sempre è tutta un'altra storia....infatti nelle prime due gare casalinghe i diavoli dovevano soffrire le classiche pene dell'inferno per avere ragione di una formazione ostica che trovava nel goalie Faille un vero baluardo ai massicci attacchi remparts, dopo mille fatiche scaturivano due vittorie identiche al supplemetare. 6 a 5 e 5 a 4 al termine di due gare vissute con il patema dagli oltre 12.000 fans quebecois, gare risolte dalla classe superiore del trio Kugryshev-Vallerand-Marchessault, ma anche dalle avanzate imperiose di Gilbert, probabilmente il vero uomo-leader squadra dei diavoli.

 

In vantaggio per due a zero, i diavoli erano attesi da due trasferte nel piccolo ma infernale stadio di Acadie, e davanti a 2.000 persone scatenate i Remparts nonostante un dominio totale venivano beffate nell'ultimo periodo, quando l'ex Trudeau e l'ottima ala Lessard sorprendevano la statica difesa Remparts, due a uno e serie rimessa in gioco in attesa della quarta e forse decisiva gara. Partita che vedeva le due squadre molto accorte, i Remparts alla fine del periodo sfruttavano l'unica occasione   con Cusack, vera anima e leader della difesa; periodo centrale che vedeva i Remparts andare sul doppio vantaggio ma come negli ultimi tempi si beavano troppo...e arrivavano in successione tre reti clamorose di Acadie, le urla inc. di Roy svegliavano i sonnolenti diavoli che nel breve giro di due minuti si riportavano in vantaggio grazie a Vallerand e Stepanovich, il periodo finale vedeva i diavoli giocare alla grande, concludendo la gara con tre reti di Marchessault e il neo arrivo difensivo Hinse. Sette a tre e primo match ball degli ottavi di finale: match bal che veniva chiuso positivamente nella quinta gara disputata al Coliseè: davanti a soliti 12.000 spettatori la storia si ripeteva...Rempart in vantaggio di due reti, grande sonno dei diavoli per un clamoroso due a quattro alla fine del periodo centrale; 15 minuti di intervallo che servivano a Roy per "distruggere e caricare" i giocatori, che come nell'ultima gara ritornavano sul ghiaccio completamente trasformati. Non passava un minuto che Tam riduceva le distanze, e a quel punto si scatenava il trio magico: Kurgyshev-Vallerand-Marchessault coadiuvati da Stefanovich in 8 minuti ribaltava il risultato. Sei a quattro per un team letteralmente trasformato nei movimenti e nelle giocate offensive, sul doppio vantaggio i Remparts amministravano il vantaggio, minuti tranquilli che non venivano offuscati nemmeno dalla rete di Lambke, sei a cinque a tre minuti dal termine, ma l'ottima difesa dei diavoli permetteva al pubblico di non incorrere in probabili infarti. La sirena finale vedeva il classico boato di gioia, per un team che ha raggiunto il suo obiettivo minino, da questo momento tutto sarà possibile!!! Al termine della partita i Remparts conoscevano i futuri avverari nei quarti: Victoriaville, quarta al termine della stagione regolare e vincitrice al termine di 6 gare combattute su Shawinigam, team strano...ha affidato tutta la sua stagione sulla sua grande prima linea, Davos-Champagne-Hynes, il miglior trio della lega e sul maestoso goalie Geoffrion, durante la stagione regolare le due squadre hanno vinto sempre i loro incontri casalinghi, quindi prevedo una serie stracombattuta, che vinca il migliore...

OTTAVI DI FINALE:

Parte A: 1a Saint John- 4a P.E.I. 4-1 2a Moncton- 3a Cape Breton 4-1

1c Drummondivlle- 4c Lewinston 4-0 2c Victoriaville- 3c Swanigam 4-2

Parte B 1e Quebec-5a Acadie Barthust 4-1 2e Rimouski- 3e Chicoutimi 3-3

1o Rouyn Noranda- 4o Val D'Or 4-2 2o Montreal- 3o Gatineau 3-3

Sempre in alto!!!
Ci eravamo lasciati un mese e mezzo fa con i diavoli rossi nelle primissime posizioni, bene...dopo due mesi di dure battaglie i Remparts, confermando il loro valore, sono attualmente stabili in terza posizione, dietro l'imprendibile Saint John (grande rivelazione della stagione, ma la vera controprova per questa squadra entusiasta di ragazzini saranno come sempre i playoff) e a breve distanza dai campioni in carica di Drummondville (team dalla grande tradizione). Purtroppo o per fortuna secondo i punti di vista, i diavoli nelle ultime 4 gare (le due di fine anno e le prime di gennaio) hanno dovuto fare a meno di ben 5 giocatori, attualmente impegnati nella nazionale canadese, impegnata ai campionati del mondo Under 20, che si svolgono a Sasketown in Canada. Nazionale che come da pronostico domani sarà  impegnata nella finalissima contro gli acerrimi rivali statunitensi, team arrivato a sorpresa in finale, e battuto "solo" ai tiri di rigore nella gara svoltasi nel girone della fase iniziale della settimana scorsa, torneo che ha visto i piccoli diavoli protagonisti, accanto alle stelle Hall e Lefebre, si è messo in luce il difensore Groulx e il centro Bourque, autore di 3 reti e 5 assist.

Ma ora veniamo ai piccoli diavoli: il mese di novembre verrà  ricordato per i due derby ritrovati con Montreal, se nella metropoli i diavoli avevano sofferto troppo la grinta biancorossa perdendo 5-2, i Remparts due settimane dopo al Coliseè¨ si prendevano una sonora rivincita, battendo 5-2 i rivali davanti a 12.000 spettatori entusiasti. L'ultimo mese dell'anno vedeva i diavoli rossi imprimere una decisiva svolta al loro cammino verso le prime posizioni, il grande Patrick trovava la giusta collocazione ai nuovi arrivi: confermato l'ottimo Delmas in porta, giostrava stabilmente con Groulx-Tam in difesa, Tessier-Paquette-Kugryeshev prima linea e Vallerand-Marchessault-Bourque in seconda; linee che ottenuto il necessario affiatamento regalavano spettacolo puro ai competenti fans quebecois, arrivavano molteplici vittorie accompagnate da un sempre più numeroso seguito di pubblico, (nelle ultime gare la media spettatori è sempre stata superiore alle 13.000 unità ). L'apoteosi finale a queste vittorie arrivava due giorni prima di Natale, quando nella gara casalinga con i Rocket, dopo un inizio allucinante, reagivano da grande squadra, il duo Kugryshev-Tessier si scatenava portando alla magnifica e insperata rimonta....1-4 alla fine del primo periodo- 4-5 al termine del secondo- 5-6 a 5 minuti dal termine e dopo.... Tessier-Tessier-Kugryshev chiudevano sull'otto a cinque tra gli osanna del pubblico. La  vittoria veniva replicata con il top del 10-1 su Chicoutimi davanti a 14.000 spettatori, ultima vittoria dell'anno...le restanti 4 gare vedevano i Remparts menomati dalle assenze per la nazionale, perdere 4 gare consecutive, sconfitte che li riportavano in terza posizione, comunque sempre a contatto con le prime. Tra i giocatori da rilevare una nota di merito per il goalie Delmas, partito riserva, con le sue ottime parate ha convinto Patrick, la critica e i tifosi di meritare l'ambizioso posto da titolare; in difesa ottime le prove di Groulx e Tam, oramai nell'orbita Nhl, mentre su Kugryshev e Tessier...una sola parola: fantastici!!. Ora i diavoli saranno attesi dagli ultimi due mesi più importanti, prima dei playoff sarà  importante classificarsi nelle prime tre posizioni, per acquisire una posizione di vantaggio nei vari scontri diretti, dopo...come sempre sarà  una lotteria ma sono sicuro che i diavoli saranno pronti alla battaglia!!

Dicembre Quebec-Val D'Or 2-5 11.584 spettatori Quebec-Rimouski 6-5 rig 11.200 spettatori Quebec-Victoriaville 3-4 11.478 spettatori Chicoutimi-Quebec 3-4 sup Baie Comeau-Quebec 4-7 Quebec-Acadue barthust 7-4 10.107 spettatori Quebec-Acadie Barthust 7-4 10.107 spettatori Quebec-P.E.I. 8-5 13.373 spettatori 1-4/ 4-5 5-6 a 4 minuti dal termine poi Marchessaulti-Tessier 8-5 finale Quebec-Chicoutimi 10-1 13.899 spettatori Rimouski-Quebec 8-1 Quebec-Rimouski 3-4 sup. 13.589 spettatori

Gennaio Chicoutimi-Quebec 5-3 Baie Comeau-Quebec 4-1

Classifica: 1 Saint John: 69 2 Drummondville: 60 3 Quebec: 56 4 Victoriaville: 54 5 Cape Breton: 53 6 Moncton: 52 7 Rouyn-Noranda: 49 8 Rimouski: 48 9 Gatineau: 47 10 P.E.I :46 11 Shawinigan: 41 12 Montreal : 39 13 Chicoutimi: 38 14 Acadie-Bathurst: 35 15 Val-d'Or: 34 16 Lewiston: 31 17 Baie-Comeau: 29 18 Halifax: 19

Quebec in attesa del "paradiso" si gode la prima posizione!!

In attesa del grande rientro tra i super professionisti (a proposito la raccolta di firme ha avuto un grande successo, a breve il Comune tramite l'aiuto di vari industriali e con il contributo dell'azionariato popolare, costruirà il nuovo stadio, tempo massimo due anni, e probabilmente l'anno dopo grazie anche all'aiuto dell'immenso Patrick Roy, chiederanno ufficialmente il rientro nella Lega maggiore, accordo che dopo le dovute garanzie finanziarie dovrebbe essere accettato tranquillamente dalla lega) i diavoli rossi sono partiti con il piede giusto nella nuova stagione: la mano di Patrick Roy si è vista sin dalla prima giornata; formazione schierata in modo forse troppo scriteriato ma molto spettacolare, sinora i risultati hanno dato ragione al grande Patrick. Il Coliseè ha registrato mediamente mille persone in più ad ogni gara, merito delle molte vittorie ma in particolar modo dello spettacolo offerto dai diavoli nei primi due mesi.

In 15 gare hanno ottenuto 10 vittorie, 2 vittorie al supplementare ed una ai tiri di rigore, subendo solamente due sconfitte, la mentalità offensiva si evince notando le reti fatte (secondo miglior attacco con 61 reti) e anche..le reti subite, ben 46. Attacco guidato dalla prima linea composta da Vallerand-Marchessault e Paquette (tra i pochi superstiti della stagione scorsa), assieme hanno totalizzato 20 reti e 23 assist, ma le fortune dei Remparts stanno arrivando anche dalle altre due linee e da un difesa portata sempre all'offensiva (cosi si spiegano le molti reti subite!!), il due difensivo Groulx-Neron è al secondo posto tra i marcatori della Quebec League, con le loro reti e i moltissimi assist (24) hanno risolto parecchie gare dei diavoli. A questo ben di Dio ha contribuito anche il "vecchio" Tessier e l'ala sinistra Gravel, unico neo d'inizio stagione è il piccolo fenomeno russo Kugryshev atteso dagli addetti ai lavori, rare volte abbiamo visto i suoi prodigiosi scatti sull'ala destra, conoscendo la sua classe dovrebbe trattarsi solo di un problema d'ambientamento. Sui portieri poco da dire: non ingannino le molte reti subite, perchè sia Delmas che la riserva Gagnon hanno mostrato sicurezza tra i pali, chiaramente quando l'attacco arriva solo davanti a te c'è poco da fare.... Ora non resta che continuare cosi, mantenendo la giusta concentrazione, ma conoscendo Patrick non ho dubbi a tal proposito.

Prima di chiudere da rilevare che tra un mese, la Quebec Major League osserverà  una settimana di riposo, per preparare la Super Serie Subway, serie che vedrà l'affascinante scontro tra la selezione canadese del Quebec-Ontario e la nazionale russa, torneo oramai arrivato al settimo anno consecutivo, frutto dell'enorme successo di pubblico coadiuvato dal seguito impressionante di tv e giornali, a riprova di tutto ciò lo scorer dei giocatori usciti negli ultimi anni: Gagnè, Lapierre, Lecavalier, Crosby, Fleury e Martin St Louis tanto per nominarne qualcuno, quindi buona vista a tutti per una serie che si preannuncia spettacolare. serie incontri: Match 1 -16-11 a Drummondville (Quebec) Match 2 -18-11 a Shawinigan (Quebec) Match 3 -19-11 a Barrie (Ontario) Match 4 -23-11 a Windsor (Ontario) Match 5 -25-11 a Victoria (Colombia Britannica) Match 6 -26-11 a Kelowna (Colombia Britannica)

Gare di Ottobre Quebec-Baie Comeau 9-1 10.264 spettatori Lewinston-Quebec 5-2 Rimouski-Quebec 3-2 sup. Quebec-Val D'Or6-3 10.831 spettatori Quebec-Halifax3-2 9.462 spettatori Montreal-Quebec 1-2 rig. Quebec-Cape Breton 5-3 10.558 spettatori 23-10 Quebec-Chicoutimi24-10 Quebec-Baie Comeau29-10 Moncton-Quebec 30-10 P.E.I.-Quebec

Classifica: 1 Drummondville-Quebec: 23 3Gatineau : 22 4Saint John-Rouyn-Noranda: 21 6Moncton: 20 7P.E.I.-Cape Breton: 18 9Rimouski: 17 10Lewiston-Chicoutimi: 16 12Montréal-Victoriaville-Acadie-Bathurst: 15 15Shawinigan: 12 16Val-d'Or: 10 17Baie-Comeau: 9 18Halifax: 3

Lunedì 14 Settembre

Finito il camp, scelti i nuovi giocatori.... i diavoli rossi iniziano il campionato con una sconfitta

Division Est: Division Ovest Division Centre Division Atlantica

Remparts Quebec Olympiques Gatineau Voltiguers Drummondville Titan Acadie Bathurst

Drakkar Baie Comeau Junior Montreal MAINEiacs Lewinston Eagles Cape Breton

Sagueneens Chicoutimi Huskies Rouyn Noranda Caracteres Shawinigan Mooseheads Halifax

Oceanic Rimouski Foreurs Val D'Or Tigres Victoriaville Wildcats Moncton

Sea Dogs Saint John Rocket PEI
 

Dopo aver iniziato il camp con 48 giocatori a disposizione, il coach-capo Patrick Roy dopo le prime amichevoli, vinte brillantemente, ha chiaramente fatto la classica selezione in vista dell'imminente inizio della stagione: tra i portieri ha entusiasmato Gagnon, proveniente da Boucherville (paese vicino a Montreal, distante 240 km da Quebec); tra i difensori piena conferma dei senatori Tam-Groulx e Lefebvre, oltre ai "reduci" della vecchia stagione, Patrick Roy ha inserito forze fresche, attingendo dall'enorme serbatoio quebecois, tra i numerosi giovani un accenno particolare va ad Alexandre Nèron, terzino sinistro che sin dalle prime amichevoli ha dimostrato la propria classe ed una autorità nel dirigere la difesa consona solo a grandi giocatori, come si dice....speriamo bene per un ragazzo dal possibile grande avvenire.

Per quanto riguarda il reparto avanzato, il coach Roy assistito dal vice Laperriere, dopo aver confermato il regista Tessier, che alla sua quarta stagione è stato eletto capitano, dopo una riunione tra tutti i suoi compagni, al grande Kelsey il coach Roy ha aggiunto l'ottimo Belanger, centro di classe, forse un pò lento ma capace di grandi e illuminanti assist, prova ne sia l'ultima amichevole a Saguenèes, dove ha fornito 4 assist pazzeschi agli attaccanti di turno. Tra le ali piena conferma dei veterani Vallerand, Reiber, Marchessault e il russo dinamite Kugryshev, a questi si sono aggiunti Ryan Bourque draftato dai Rangers e Danick Paquette scelto da Atlanta. Alla vigilia del campionato la lega maggiore diramava la lista dei 65 giocatori della Quebec League che inizieranno il camp di preparazione per l'eventuale "sogno", tra le società spiccano gli Oceanic di Rimouski con 4 giocatori e i diavoli rossi che apprendono con gioia la convocazione di ben 8 giocatori:

Kelsey Tessier-Patrick Cusack e Peter Delmas da Colorado, Danick Paquette da Atlanta, Dmitry Kugryshev da Washington, Samuel Groulx da San Jose, David Gilbert da Chicago e Ryan, Bourque dai Rangers di New York.

Chiusa la bella parentesi, ritorniamo al campionato:

torneo che dopo aver visto il vittorioso debutto dei campioni di Drummondville, attendeva con curiosità la prima gara di Montreal e Quebec; iniziavano i cugini battuti 5-4 a Shawinigam al termine di una gara stranissima, con i padroni di casa avanti di 4 reti e i canadiens capaci di impattare il risultato a pochi minuti dal termine, purtroppo l'entusiasmo derivato dal pareggio, portava gli ospiti a sbilanciarsi e sul finire a subire il classico contropiede; se i cugini piangono nemmeno i Remparts possono gioire, anzi...nella trasferta a Rimouski, sicuramente la gara più sentita della Quebec Major League, i diavoli rossi iniziavano alla grande: la regia del grande Kelsey portava più volte gli attaccanti di turno (Lachance-Savoie e Vigneault) a tu per tu con il goalie avversario, purtroppo alla fine del primo periodo il risultato diceva....solo uno a zero per i diavoli nonostante un dominio assoluto, la frazione centrale vedeva le due squadre ancora imballate dalla preparazione, gioco accorto e pochi spunti degni di nota, la differenza veniva fatta dalle superiorità numericche che i padroni di casa sfruttavano alla grande, realizzando due reti, sul finire una magia di Savoie regalava il pareggio che portava le due squadre negli spogliatoi. L'ultimo periodo vedeva i diavoli all'attacco, ma il goalie bianco-blu si superava in più di una occasione, i numerosi tifosi Remparts dovevano aspettare l'ottavo minuto per gioire, grazie alla rete strameritata di Belanger, passati in vantaggio i diavoli sprecavano più volte il colpo del KO, e come sempre accade nello sport....arrivava la beffa, a due minuti dal termine i padroni di casa sfruttavano nuovamente alla grande una superiorità numerica con l'ala Lefrancois che batteva l'incolpevole Gagnon; il periodo supplementare vedeva i Remparts sulle ginocchia e dopo due minuti la frittata era completata: un contropiede di Culek portava Boudreau a tu per tu con Gagnon, e il giovane attaccante non aveva difficoltà a battere il goalie ospite tra la gioia dei 4.000 tifosi presenti. E' arrivato un punticino, magra consolazione per un team che ha dominato per tutta la gara, ma si sà il derby è derby a tutte le latitudini, si spera che questo mezzo stop serva come esperienza ai giocatori, non è possibile buttare al vento una gara stravinta!!! Ora due giorni di riposo e dopo grande debutto al Coliseè, ospite la squadra dei maineiacs di lewinston, vincente alla prima gara.


ROSTER 2009-10
Portieri:

Delmas Peter-Gagnon Jean-Philippe

Difensori:

Michael Roski-Cusack Patrick-Groulx Samuel-

Lachance Samuel-Lefebvre Martin-Néron Alexandre-Tam Mikaël

Centri:

Gilbert David-Tessier Kelsey-V.-Bélanger Jérémie-Corriveau Julien

Ali Sinistre:

Bourque Ryan-Gravel Maxime-Martin Benjamin-Power Charles

Reiber Yannick-Vallerand Marc-Olivier

Ali Destre:

Audy-Marchessault Jonathan- Paquette Danick-Kugryshev Dmitry

Rajotte Jason- Dominic Savoie

Giovedì 14 Maggio

I Voltigeurs campioni del Quebec, i Remparts...peccato ma grandi lo stesso!!!!!

Questo può essere l'aggettivo adatto ai diavoli rossi, che dopo aver brillantemente superato l'ostico ostacolo degli ottavi con Baie Comeau, nei quarti di finale superavano in rimonta gli Eagles di Cape Breton, sette gare al cardiopalma che vedevano i Remparts partire con l'handicap di due sconfitte, per poi pareggiare la serie, essere nuovamente superati, ma con l'acqua alla gola riuscire ad impattare, per poi trionfare nella settima gara a Quebec; ma prima di parlare della semifinale e della vincitrice della Quebec League, ritorniamo indietro di un paio di settimane analizzando in breve questa grande rimonta: la prima gara vedeva la sconfitta dei diavoli per 3-2 al termine di una maratona durata 133 minuti, gara che rimarrà nella storia della lega, seconda solo al match del 19 marzo 1999 tra Victoriaville e Hull durato ben 146 minuti e mezzo...

La seconda partita vedeva la forza offensiva degli avversari impegnare più volte il goalie Lavigne, che dimostrando la sua inesperienza si faceva beffare in almeno tre reti, al termine i diavoli nonostante i loro incessanti attacchi, dovevano inchinarsi 5 volte alle magie del duo Stinziani-Slaney, gara persa 5-3 ma che aveva fatto intravedere alcuni segnali di ripresa da parte del trio Stefanovich-Vallerand-Kugryshev. La terza gara era forse quella più importante, una nuova sconfitta avrebbe pregiudicato ogni sogno di gloria, invece.....l'imputato Lavigne dimostrando grande carattere si ergeva a baluardo di una difesa finalmente compatta (solo una rete subita in nove inferiorità numeriche!), al resto ci pensava il risveglio del fenomeno Kugryshev, coadiuvato da un ottimo assist men come Stefanovich e alla regia di Tessier, spostato in prima linea da Roy

Rimessa in carreggiata la serie, i diavoli due giorni dopo ritornavano in casa Eagles, e dimostrando la propria superiorità tecnica infliggevano una dura lezione ai padroni di casa, cinque a due strameritato, frutto di combinazioni velocissime in attacco e della solita difesa impenetrabile. Grande protagonista della gara era l'ala Loisel che con le sue accelerazioni esplosive disorientava l'impacciata difesa di casa. Impattata la serie si ritornava al Coliseè, ma i 14.000 spettatori quebecois rimanevano gelati dal contropiede biancoblu, due a tre inaspettato che poneva i diavoli rossi sull'orlo del baratro; nella sesta gara a Cape Breton saliva in cattedra la prima linea che con Stefanovih e Kugryshev segnava tre reti nel primo periodo, annichilendo le speranze avversarie, sul triplo vantaggio una difesa rocciosa aiutata dal goalie Lavigne passava indenne i restanti 40 minuti, vittoria che portava le due squadre sul tre a tre nella serie, con la settima e decisiva gara da giocarsi al Coliseè. Davanti ad una folla strabocchevole (15.300 spettatori, nuovo record d'affluenza di questa stagione) i remparts si scatenavano infliggendo un perentorio tre a zero, gara dominata sin dal primo minuto e che poteva finire con un passivo più pesante per gli Eagles, la sirena finale vedeva la folla applaudire a lungo i propri beniamini, che con questo risultato approdavano alle semifinali, l'obiettivo d'inizio stagione è stato raggiunto, ora tutto è possibile.....

Quarti di Finale: Drummondville-Montreal 4-0 (7-1 4-3 6-1 5-3) Moncton-Rimouski 1-4 (1-2 3-0 2-3 s. 2-4 0-1) Quebec-Cape Breton 4-3 (2-3 s. 3-5 3-2 5-2 2-3 3-0 3-0) Gatineau-Shawinigam 1-4 (3-4 5-3 3-6 2-4 2-5)

Semifinali che vedevano i Remparts affrontare i Caracteres di Shawinigam, secondi al termine della stagione regolare; mentre l'altra gara vedeva i fortissimi Drummondville opposti ai sorprendenti Rimouski. Come da pronostico Drummondville superava tranquillamente il turno approdando in finale, mentre i Remparts nonostante la vittoria iniziale, dovevano inchinarsi alla maggior freschezza degli avversari, ma soprattutto alla loro compattezza; la differenza in questa serie è stata creata dalla bravura di Shawinigam nello sfruttare le superiorità numeriche, grazie soprattutto al difensore Olivier Roussel, terzino destro che in futuro vedremo nella lega maggiore, ottimo il goalie d'origine olandese Pielmeier.

Tra i Remparts rimangono le ottime prestazioni della prima linea Kugryshev-Vallerand-Marchessault, bravo Tessier in fase di regia, regolare il goalie Lavigne, mentre se si deve cercare il classico pelo nell'uovo bisogna guardare il reparto arretrato, mai sicuro e decisivo, con l'aggravante di non essere riuscito ad aiutare l'attacco nei momenti di power play.

Comunque rimane una stagione positiva, il presidente-coach Roy ha valorizzato numerosi giovani, che il prossimo anno potranno fare il classico salto di qualità, puntando al trofeo con una piccola vista verso il teorico approdo alla Nhl.

Semifinali: Shawinigam-Quebec 4-1 ( 2-4 4-3 4-1 5-4 6-1 ) Drummondville-Rimouski 4-0 ( 8-1 4-3 6-4 7-2 )

 

La finale vedeva affrontarsi le due squadre classificatesi ai primi due posti al termine della stagione regolare, due squadre dal gioco similare, che hanno nel reparto offensivo il loro punto di forza: Drummondville prima al termine della stagione regolare, ha condotto sin dalle prima giornate la classifica, forte di un attacco atomico, la prima linea composta da Riendeau-Massè e Hoffman è stata quasi sempre immarcabile per le difese avversarie, prova ne sia che questi tre giocatori hanno occupato le prime tre posizioni nella classifica a punti al termine della stagione regolare, linea che si riconfermava anche nei playoff dove realizzava 85 reti, alla media fantascientifica di 7 reti a gara, ma la forza d'urto dei biancorossi non si limita a questi tre giocatori, le prestazioni della seconda linea unite ad una difesa monstre (su tutti spicca il difensore russo Kulikov, dotato di una tecnica eccezionale abbinata ad una propensione offensiva che l'hanno issato al primo posto tra i marcatori difensivi) fanno di questo team una vera corazzata. Leggendo queste note uno può pensare che per i Caracteres non ci siano speranze...ebbene no!!! Sulla carta sono inferiori ma nei sette incontri precedenti, con la loro tattica mordi e fuggi hanno sempre messo in grossa difficoltà i favoriti, prova ne sia che hanno vinto in cinque occasioni, Caracteres che hanno il lor punto forte nel portiere olandese Pielmeier, una difesa molto aggressiva abile nel proporsi in contropiede, dopodiché ci pensa il veterano Lalonde coadiuvato da Pistilli (eletto miglior giocatore della Quebec league) e Petersen, trio micidiale in avanti. Ma ora via alle danze...si parte: serie che si apriva con la vittoria al fotofinish di Drummondville, gara risolta grazie dal classico episodio fortunato; nella seconda gara arrivava la riscossa Shawinigam che grazie alla tripletta di Pistilli impattava la serie, uno a uno con Drummondville attesa da due gare casalinghe: se nella prima riuscivano a vincere con un pizzico di fortuna, la seconda gara casalinga sanciva il trionfo per 9-2 dei padroni di casa, grande spettacolo e tutto finito? Assolutamente no!!!! Shawinigam dimostrando un carattere eccezionale, nella quinta gara rimontava lo svantaggio iniziale chiudendo sul quattro a uno tra il tripudio del pubblico. In vantaggio per tre a due Drummondivlle aveva il secondo match ball, ma la paura di chiudere la serie bloccava mentalmente parecchi giocatori, ne approfittava Shawinigam che sin dall'inizio dominava la partita, solo le parate di un grande Cousineau impedivano la meritata gioia della rete, vantaggio che arrivava nella frazione centrale, grazie ad una superiorità numerica, l'immediato pareggio di Riendeau non scoraggiava i bianco-blu che all'inizio del supplementare, grazie a Petersen portavano la serie alla settima e decisiva gara. Settima gara giocata davanti ad uno stadio stracolmo (purtroppo può contenere "solo" 5.000 persone, ma almeno altre 10.000 erano fuori davanti ad uno schermo gigante) e alle molte telecamere televisive presenti, biancorossi sin dal primo minuto molto aggressivi che al decimo minuto si portavano in vantaggio, grazie al centro Riendeau, nemmeno due minuti e lo stadio esplodeva per il due a zero di Hoffman che sfruttava una superiorità numerica; nella frazione centrale aumentavano gli scontri di gioco, il ritmo si abbassava per le molte interruzioni ma...il difensore Grant sfruttando l'ennesima superiorità portava i padroni di casa sul tre a zero, tutto finito? Nemmeno per sogno, perchè gli ospiti dimostrando un grandissimo carattere realizzavano in successione due reti con uno strepitoso Pistilli, gli ultimi dieci minuti vedevano l'assedio Shawinigam, ma un mostruoso Cousineau diceva ALT a tutte le offensive avversarie, la sirena finale vedeva il tripudio meritato (più per la stagione che per questa serie!) dei padroni di casa che per la prima volta nella loro storia ricevevano il trofeo dalle mani del grandissimo Marcel Dionne, ora chiusi i doverosi festeggiamenti i biancorossi saranno attesi dalle finali di Memorial Cup, dove incontreranno le vincenti delle altre leghe più una invitata a sorteggio, i biancorossi sarano attesi dai Rockets di kelowna, gli Spitfires di Windsor e i vicini Rimouski.

Finale:
Shawinigam-Drummondville 1-2

Shawinigam-Drummondville 5-3

Drummondville-Shawinigam 5-4

Drummondville-Shawinigam 9-2

Shawinigam-Drummondville 4-1

Drummondville-Shawinigam 1-2s.

Drummondville-Shawinigam 3-2

Venerdì 3 Aprile

Ottavi di Finale: 20-3 Quebec-Baie Comeau 8-1

21-3 Quebec-Baie Comeau 5-2
24-3 Baie Comeau-Quebec 4-3
25-3 Baie Comeau-Quebec 2-5
27-3 Quebec-Baie Comeau 7-1

 

Ottavi di finale : Drummondville-Lewinston 4-0 (12-3 10-1 7-2 9-3) Shawinigam-Victoriaville 4-0 (5-2 7-1 4-3s. 2-1s.) Quebec-Baie Comeau 4-1 (8-1 5-2 3-4 5-2 7-1) Rimouski-Chicoutimi 4-0 (8-2 5-1 6-3 4-3) Moncton-P.E.I. 4-1 (7-1 5-0 3-2s. 4-5 4-3) Cape Breton-Saint John 4-0 (5-4s. 5-2 8-3 3-2) Gatineau-Acadie Barthust 4-1 (5-4s. 8-2 3-5 4-0 4-3s.) Montreal-Rouyn Noranda 4-2 (5-3 3-4 4-1 2-3 7-0 4-3) REMPARTS B A PTS

Gli ottavi di finale della Quebec Major League hanno visto le favorite prevalere abbastanza facilmente sulle dirette avversarie, l'unica serie incerta era tra Montreal e Noranda, e infatti sono state 6 gare avvincenti dove la classe di Esposito ha fatto la differenza; per quanto riguarda Quebec, i diavoli rossi hanno iniziato le prime due gare casalinghe alla grande, il trio Breault-Kugryshev-Vallerand ha entusiasmato il numeroso pubblico del Coliseè (a proposito nelle tre gare di questa serie i botteghini del Coliseè hanno staccato la bellezza di 37.000 biglietti!!!),

unico intoppo nella marcia trionfale è stata la terza gara, in cui Baie Comeau riusciva a sfruttare il suo temibile contropiede, beffando l'incerta e boriosa difesa Remparts; l'inaspettata sconfitta svegliava l'orgoglio dei diavoli che nella quarta e forse più importante partita, riusciva a prevalere grazie anche all'apporto di Allard e Stefanovich, inseriti in seconda linea. La quinta gara al Coliseè vedeva il grande dominio Remparts, davanti a 13.000 spettatori i vari Allard-Breault-Vallerand e Gilbert creavano numerose azioni da rete finalizzate ottimamente dai cecchini Stefanovic e Tessier

(autore di due reti in inferiorità numerica!!), sette a uno con a referto 44 tiri a 13 che non aveva bisogno di commenti e rilanciava in quota le azioni dei diavoli rossi. Ora i diavoli rossi saranno attesi da Cape Breton, team che gioca un hockey molto difensivo e speculare, sulla carta sono favoriti ma attenzione...gli avversari non avranno nulla da perdere.

3-4 Quebec-Cape Breton 5-4 Quebec-Cape Breton 7-4 Cape breton-Quebec 8-4 Cape Breton-Quebec 10-4 Cape Breton-Quebec 13-4 Quebec-Cape Breton 14-4 Quebec-Cape Breton

Quarti di Finale: Drummondville-Montreal Moncton-Rimouski Quebec-Cape Breton Gatineau-Shawinigam

Mercoledì 18 Marzo

Finita la stagione regolare ora inizia il BELLO!!

La Quebec Major League dopo quasi 6 mesi e 68 gare ha delineato la classifica finale e i relativi accoppiamenti degli ottavi; la stagione regolare ha visto l'affermazione di Drummondville, team dall'attacco atomico e a ruota i sorprendenti Caracteres di Shawinigam, squadra molto giovane che ha sorpreso per la sua regolarità. Torneo che sin dall'inizio ha visto in fuga 4 squadre, detto delle prime due, Moncton ha conquistato al fotofinish la terza posizione a discapito dei diavoli rossi di Quebec che hanno disputato una stagione consona alle aspettative iniziali: come da tradizione i diavoli come le altre squadre nel corso della stagione hanno modificato i propri rosters, nei Remparts ottime le prove del sempre più convincente goalie Lavigne, in difesa ha sorpreso positivamente il terzino destro Marshall autore di 9 reti e 29 assist, ma le attenzioni dei media si sono rivolte all'attacco....la prima linea Stefanovich-Breault-Kugryshev è stata a dir poco fantastica, il trio è stato decisivo in molte gare deliziando con i loro numeri d'alta classe gli affezionati fans quebecois.

 

Purtroppo nelle ultime gare hanno accusato una naturale stanchezza, dovuta anche alla mancanza di ricambi, in particolar modo dell'attaccante di seconda linea Vallerand, sospeso per 6 turni dopo aver rifilato una bastonata ad un giocatore di Shawinigam. Per quanto riguarda i playoff, tra le squadre possibili outsider c'è Cape Breton, sempre temibile in casa, mentre la classica mina vagante sarà Rimouski, sino ad un mese fà lontanissima dalle prime posizioni, ma in grande ascesa nelle ultime gare. Tra le delusioni bisogna annoverare Halifax crollata nel finale, Val D'Or da sempre fucina di campioni ma che in questa stagione ha deluso le aspettative e Chicoutimi partita con grandi ambizioni ma che i numerosi infortuni nel corso della stagione hanno precluso ben altri obiettivi, chiudo con i cugini storici di Montreal, team alla prima esperienza dopo alcuni anni, ha alternato grandi gare a momenti negativi, ma avrà l'enorme vantaggio di partire nei playoff senza l'assillo della vittoria a tutti i costi, quindi tutto è possibile.... Ritornando ai diavoli rossi, inizieranno gli ottavi incontrando Baie Comeau, sulla carta una serie abbastanza semplice, ma dopo nei quarti probabilmente avranno in sorte i cugini di Rimouski, per un derby dalle mille scintille, in cui i diavoli avranno tutto da perdere!!!!

Marzo Quebec-Chicoutimi 8-1 Quebec-Rimouski 2-4 Quebec-Shawinigam 4-2 Gatineau-Quebec 6-9 Baie Comeau-Quebec 5-2 Rimouski-Quebec 5-3 Victoriaville-Quebec 6-2

Classifica Fine Stagione regolare:

1° Drummondville: 112 migliore attacco 2° Shawinigam: 105 3° Moncton: 102 migliore difesa 4° Quebec: 101 3°attacco-4°difesa 5° Cape Breton: 96 6° Rimouski: 89 7° Gatineau: 81 8° Montreal-Saint John: 72 10° Rouyn Noranda-Victoriaville: 68 12° P.E.I: 62 13° Chicoutimi: 60 14° Acadie Barthust-Baie Comeau: 53 16° Lewinston: 47 17° Val D'Or-Halifax: 46

Portieri: Jonathan Roy 37 gare-Charles Lavigne 31 gare Difensori: Kevin Marshall 9r.29a.-Samuel Groulx 3r.22a.-Mikael Tam 8r.10a.-Samuel Carrier 4r.5a.-Hubert Genest 3r.10a.-Guillame Monast 5r.38a.-Frederick Cotè 23 gare-Alexandre Neron 6r.33a.

Centri: Benjamin Breault 34r.38a.-Jean-Simon Allard 16r.40a.-David Gilbert 11r.32a.-Frederick Roy 7r.17a.-Kelsey Tessier 25r.35a.

Attaccanti: Marc Olivier Vallerand 24r.31a.-Julien Corriveau 4r.5a.-Yannick Reiber 18 gare-Mathieu Loisel 3r.14a.-Sebastien Trudeau 19r.22a.-Jonathan Marchessault 18r.35a.-Mikhail Stefanovich 49r.27a.-Dmitri Kugryshev 34r.40a.-Bryan Cayouette 20 gare

Ottavi di Finale: 20-3 Quebec-Baie Comeau
21-3 Quebec-Baie Comeau
24-3 Baie Comeau-Quebec
25-3 Baie Comeau-Quebec
27-3 Quebec-Baie Comeau
29-3 Baie Comeau-Quebec
31-3 Quebec-Baie Comeau

Parte alta Ottavi di finale 1C Drummondville-4C Lewinston 2C Shawinigam-3C Victoriaville

1E Quebec-4E Baie Comeau 2E Rimosuki-3E Chicoutimi

Parte bassa Ottavi di Finale: 1A Moncton-4A P.E.I. 2A Cape Breton-3A Saint John

1O Gatineau-5A Acadie Barthust 2O Montreal-3O Rouyn Noranda

 

Domenica 14 Settembre

REMPARTS: AL VIA LA STAGIONE 2008-2009

ROSTER 2008-09

Portieri: Jonathan Roy-Charles Lavigne proveniente da Hawkesbury (Ontario)

Difensori: Frederick Cotè da Ste Agathe-Hubert Genest--Martin Lefebvre da Terrabonne-Kevin Marshall da Boucherville-Mikael Tam-Guillaume Monast da Longueuil-Samuel Groulx-Samuel Carrier da Varennes

Centri: Kelsey Terrier-Jean-Simon Allard da Alma-Frederick Roy da Montreal-Benjamin Breault da Pembroke-David Gilbert da Chateauguay Attaccanti: Julien Corriveau da Beauharnois-Marc Olivier Vallerand-Yannick Reiber da Beloeil-Mathieu Loisel-Sebastien Trudeau da Quebec-Bryan Cayouette da Loreville-Jason Rajotte da Thetford Mines- Charles Power da Granby-Jonathan Marchessault-Mikhail Stefanovich-Dmitri Kugryshev da Russia

Presentazione e Prima partita....

Chiusa la serie delle 5 amichevoli ( 5 vittorie!!), ieri al Coliseè Pepsi di Quebec, è stata inaugurata la nuova stagione dei diavoli rossi; appuntamento fisso con i propri tifosi che hanno potuto applaudire i giocatori: sul ghiaccio sono scesi 27 giocatori, roster che come regolamento dovrà a breve scendere a 23, le prime gare di campionato serviranno al coach per scremare l'armata dei diavoli rossi. Torneo arrivato alla quarantesima edizione, che è stato inaugurato ieri sera dalla partita tra i campioni in carica di Gatineau e le tigri di Victoriaville (gara vinta da Gatineau per 3-1); i diavoli debutteranno questa sera affrontando i rinati Junior di Montreal, derby dai sapori antichi e costellato da mille rivalità, a Quebec tutti hanno ancora negli occhi le appassionanti e bellissime sfide tra i Nordiques e i canadiens, in questa stagione si spera di rivedere (chiaramente in tono minore) i duelli che hanno entusiasmato un'intera regione, per l'occasione il Coliseè dovrebbe registrare il primo esaurito in una stagione che li pone tra i favoriti; avversarie ? Innanzitutto i cugini di Montreal, guardando il roster, balza subito all'occhio l'ingresso (per ora provvisorio) di ben 5 giocatori draftati dalla Nhl, si tratta del portiere Allen di St.Louis, il difensore Brennan di Buffalo, i centri Angelo Esposito (chi si rivede!!) di Atlanta e Luke Adam di Buffalo, l'ala sinistra Matt Fillier di Los Angeles; i Remparts non sono da meno schierando 4 giocatori draftati come Samuel Groulx da San Josè, Mikhail Stefanovich da Toronto, Kevin Marshall da Philadelphia e Kelsey Tessier da Colorado, tra le altre squadre come non menzionare i campioni di Gatineau, glistorici cugini di Rimouski, Baie Comeau, Cape Breton e Val D'Or. Torneo che festeggerà i 40anni di vita ospitando nel mese di novembre la selezione giovanile russa; per l'occasione si disputeranno 3 incontri, il primo il 17 novembre contro i migliori della lega dell'Ontario, la seconda gara contro i migliori giocatori di Quebec e l'ultima gara al Coliseè contro la selezione canadese, incontri che si preannunciano spettacolari. Ma ora cari quebecois dopo le dovute celebrazioni di rito, veniamo alla partita..... derby sentitissimo che ritornava dopo molti anni; davanti a 13.000 spettatori i diavoli rossi partivano con il nuovo goalie Lavigne tra i pali, in difesa Tam-Groulx, centro Breault e i due attaccanti sulle ali Marchessault-Trudeau, linea che sin dal primo minuto ha dimostrato un grande affiatamento di gioco impensierendo più volte il goalie di Montreal, dopo alcune occasioni mancate di un soffio i diavoli rossi sbloccavano il risultato a metà frazione con una combinazione di prima, iniziata da Tam. apertura di Marchessault e grande rete in diagonale del nuovo arrivo Breault. La rete galvanizzava il pubblico locale che con il loro incoraggiamento, trascinava letteralmente i Remparts, autentici dominatori sul ghiaccio, a fine periodo arrivava la seconda rete di Carrier e ad inizio ripresa la seconda rete personale di Breault faceva esplodere di gioia il Coliseè; sul tre a zero i diavoli amministravano a piacimento il risultato, dando spettacolo in più occasioni; la frazione finale serviva "solo" ad arrotondare il punteggio con Roy e Marchessault, la rete della bandiera di Layton veniva accolta come una magra soddisfazione dagli Junior di Montreal. Che dire: gara tatticamente perfetta dei diavoli rossi, nonostante la preparazione non ancora a puntino, i diavoli hanno dimostrato un'ottima organizzazione di gioco con alcune individualità di spicco; ottimo il nuovo goalie, Tam-Groulx sempre precisi in difesa con accanto un superbo Genest, in avanti le triangolazioni tra Marchessault e Stefanovich hanno entusiasmato il pubblico, ma il vero eroe e nuovo idolo locale è stato il centro Benyamin Breault, giocatore non veloce ma di una classe cristallina ed in grado di offrire assist millimetrici a ripetizione, segnatevi questo nome cari hockeysti, se non soffrirà troppo la pressione lo vedremo presto ad altissimi livelli. Per quanto riguarda Montreal, poco da dire, sulla carta erano favoriti ma ieri sera sono sembrati dei piccoli giocatori impauriti, sarà stato il tifo incessante e imponente del Coliseè, o forse il debutto dopo lunghi anni d'assenza, ma certi giocatori d'esperienza (vero Esposito, Alan, Fillier) avrebbero potuto e dovuto dare qualcosa in più, comunque niente allarmismi il torneo è ancora lunghissimo e sinceramente spero di ritrovare queste due squadre all'appuntamento finale, allora si che ritornerebbero le emozioni infinite degli incontri di una volta. Ora un giorno di riposo e poi anuovo appuntamento al Coliseè, ospiti gli ostici Victoriaville.

Settembre 12 Quebec-Montreal 5-1        14 Quebec-Victoriaville       19 Quebec-Rimouski
                 20 Montreal-Quebec              26 Voltiguers-Quebec          27 Gatineau-Quebec

.